giovedì 2 agosto 2012

Il ciondolo Zen.

Non so voi ma io rimango sempre incantata nel vedere le immagini dei giardini Giapponesi, li adoro e li trovo perfetti per la riscoperta del proprio io... insomma penso siano quei tipici posti adatti ad un viaggio molto zen, molto rilassante ed anche particolarmente spirituale (che il mio neurone sia tornato al proprio posto?).
Perciò, dato che ancora non ho avuto (e non ho) la possibilità di poterli visitare dal vivo ho deciso di creare un ciondolo ispirato a questi famosi e bellissimi giardini.

Japanese Garden.

Devo dire che questa è la prima volta che realizzo un ciondolo così impegnativo, praticamente è come se avessi realizzato un "quadro" da portare al collo. I difetti non mancano, anzi forse ci son solo quelli, ma per essere stato solo un esperimento nel complesso non ho nulla da dire!.
E comunque non escludo un secondo tentativo.. ho un'altra base in filigrana identica a questa :D.

Stavolta l'effetto acqua l'ho realizzato utilizzando del fimo liquid e dei pigmenti azzurri... mi sembra sia uscito un effetto più realistico.
Il resto (cielo e terra a parte, quelli sono stati colorati con i pigmenti) è tutto realizzato "petalo a petalo" con tanta pazienza e amore :).


Che ne dite, vi è piaciuto affacciarvi ad un giardino giapponese, sintetico, ed in stile Bonsai?... fatemi sapere!.

Buona Giornata a tutti voi!!!.
:***

10 commenti:

  1. Capolavoro! Ci hai messo dentro il Giappone, Van Gogh e Monet con le ninfee e il ponte giapponese!
    Qui stiamo alzando il tiro, signorina!
    Bravissima!
    :********

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie mia cara!!!, se l'avessi saputo in tempo mi sarebbe piaciuto partecipare con questo ciondolo al concorso "Bijoux D'autore".
      Sono strasupermegafelice che ti sia piaciuto!.
      :*****************

      Elimina
  2. Ma tu sei troppo severa con te stessa :-D
    E' bellissimo, è davvero un quadro :-)
    Chissà se vedremo anche la versione primaverile, con i ciliegi in fiore? *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E invece tu sei troppo buona con me Uapina cara!!! ;P.
      Si, ho intenzione di realizzare altri ciondoli con questo stile.. avevo intenzione di fare le stagioni... adesso vediamo cosa riesco a combinare.
      Grazie mille!!

      Elimina
  3. Si vede che è realizzato con pazienza e amore..e si, è la prima cosa che ho pensato anche io, un quadro indossabile!mi piace molto il disegno in se e la prospettiva...è bellissimo Rory!con questa tecnica sei proprio bravissima..potresti prendere in considerazione di fare anche dei quadretti, la fantasia non ti manca!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dei quadretti bonsai dici? mmm, mi piacerebbe ma sepre puntando verso i "quadri bijoux"... vediamo se riesco a farne qualche alro ;).
      Grazie di cuore Mariannina!!!.
      :***

      Elimina
  4. Wow! questo è proprio bello, sarà anche la dimensione e la quantità di dettagli, che dire: complimenti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Roby, felice ti sia piaciuto!.

      Elimina
  5. Questo ciondolo -capolavoro- è la conferma che sei sulla strada giusta: oramai per te questo tipo di lavorazione non ha più segreti, e forse nemmeno intoppi visto che ti riesce così bene anche con un soggetto così minuzioso e difficile da interpretare.
    E' una miniatura deliziosa, un piccolo mondo in cui perdersi nell'attesa di poterlo, magari un giorno, visitare a misura reale!
    Solo un neo: l'acqua la preferivo come quella del ciondolo con le carpe ma... bazzecole! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nooo, davvero??... invece io proprio l'acqua delle carpe non l'apprezzo perchè mi sembra dia un'effetto "finto"... ma posso provare la prossima volta ad utilizzare come base il fimo traslucido e vedere come viene... ci proverò, ci proverò ;).
      Grazie per la maratooona!!!.
      :***

      Elimina